All’interno della pinacoteca Nunzio Sciavarrello di Bronte, il sindaco Firrarello ha organizzato un tavolo di lavoro per parlare dell’allungamento della metropolitana fino a Randazzo.

Presente l’assessore regionale alle infrastrutture Marco Falcone: “Da Bronte parte un impegno affinché la metropolitana della Circumetnea non si  fermi ad Adrano, ma arrivi fino a Randazzo. La Fce ha il compito di inviare lo studio di fattibilità tecnica ed economica della Regione siciliana che prende l’impegno di finanziarlo”.

studio ostetrico ginecologico sabrina schilirò

Da questa premessa inizia il dibattito del tavolo a cui erano presenti il direttore della Fce, ing. Salvatore Fiore e tutti i sindaci, o loro rappresentanti, di tutti i comuni del versante nord dell’Etna. Saluti d’apertura anche del presidente della Pinacoteca, il dottor Carmelo Indriolo e numerosi ospiti che da anni lavorano per migliorare la mobilità nel territorio.

Firrarello ha in prima battuta ringraziato l’assessore Falcone e l’ingegnere Fiore sottolineando che “la loro presenza rappresenta un primo passo importante verso l’ampliamento della linea metropolitana che attualmente si ferma ad Adrano”. Prende la parola anche l’ingegnere Fiore che ha spiegato l’esistenza di un progetto di massima, specificando che il programma di ammodernamento della Fce passi attraverso da tre fasi. E la seconda di esse prevede l’ammodernamento della tratta Adrano-Randazzo, di circa 30 km per un costo complessivo stimato di 300 milioni di euro.

Antonio Capizzi