Il cantante di Zocca esprime il suo giudizio favorevole per le nuove avanguardie musicali.

Sì, a me Achille Lauro è piaciuto: anche lui a Sanremo ha fatto la sua provocazione artistica. Anche quelli della trap, come Sfera Ebbastasono interessanti: ci puoi vedere il disagio giovanile di oggi“. È questo il pensiero di Vasco Rossi e la sua risposta a chi gli chiede di commentare le polemiche post Sanremo su “Rolls Royce“.

Inneggiano alla scarpa firmata, alla macchina grossa, i soldi“, ha continuato il cantante di Zocca. “L’idealismo di ieri è stato ucciso, non ci credono più ma invece di condannare dovremmo cercare di capirne il significato“. Un artista deve essere in grado di sperimentare e Vasco questo lo sa bene. È per questo che Achille Lauro e Sfera Ebbasta non possono essere condannati.

Nel frattempo, Vasco sta preparando il suo “Vasco Non Stop Live 2019“, che lo porterà questa estate a calcare i palcoscenici di Milano (Stadio San Siro) e Cagliari (Cagliari Fiera).