i “pulcini” di casiraghy. tipografia e poesia di alberto casiraghy a cura di andrea tomasetig

 Due grandi attori rendono omaggio a un’icona della memoria teatrale e artistica siciliana: Paride Benassai e Aurora Quattrocchi portano in scena al Teatro Sant’Eugeniodi Palermo “Gigè Paracqua”, dedicato a Luigi Maria Burruano.Appuntamento per due weekend, da venerdì 29 a domenica 31 marzo e da venerdì 5 a domenica 7 aprile (venerdì e sabato alle 21.15 e domenica alle 18.15). Lo spettacolo non è un semplice racconto biografico della storia dell’artista. Benassai riprende, infatti un testo di Nicola Lo Bianco sul quale lo stesso Burruano stava lavorando e che non portò mai in scena. Ne scaturisce così una rinnovata scrittura che affronta diversi aspetti della vita dell’attore, sia privata che professionale, con le gioie e i dolori, le difficoltà e i successi. Affiancato da una straordinaria Aurora Quattrocchi, Benassai porta sul palco uno spettacolo poetico e a tratti surreale, che si lascia attraversare dall’ironia e dal sentimento di cui Burruano era ed è un’icona unica.