Sono stati rinviati a giudizio i 71 operatori sanitari dell’Ospedale Ss. Salvatore di Paternò al centro di una maxi-inchiesta per assenteismo, falso e truffa. L’inizio del processo è stato fissato nel gennaio del 2021.
Medici, infermieri e amministrativi della struttura ospedaliera sono finiti sotto i riflettori della Guardia di Finanza e dei Carabinieri che hanno preso in esame il periodo che va dal novembre 2014 a gennaio 2015. L’inchiesta condotta dal sostituto procuratore Fabio Saponara fece luce su una serie di sistematiche violazioni dentro la struttura sanitaria paternese a partire dalle assenze dal posto di lavoro.
Le telecamere nascoste utilizzate dalle forze dell’ordine hanno ripreso il via vai dei dipendenti che si assentavano dal posto di lavoro senza essere autorizzati.