C’è chi dice che se stendi i vestiti in un certo modo, non c’è bisogno di stirarli. Ma ora c’è un’altra tesi a supporto di chi proprio non vuole prendere il ferro da stiro e sobbarcarsi l’onere di passarlo su camicie, magliette e pantaloni. È quella ecologica. Una campagna di sensibilizzazione in difesa dell’ambiente in Colombia ha lanciato proprio questa provocazione… se non stiri aiuti l’ambiente che ti circonda. Ma in che modo?

È presto detto. Azionando il ferro da stiro si consuma elettricità. Non usarlo più vuol dire meno elettricità e meno gas inquinanti per l’atmosfera. D’ora in poi, quindi, indossare abiti stropicciati sarà un modo per tutelare il nostro pianeta. Questa campagna ha ricevuto un grande consenso, ma anche qualche critica. La polemica arriva perché secondo alcuni non stirare vuol dire andare poi in giro con abiti poco presentabili. Sarebbe un segno di poco rispetto per sé e per gli altri.

Dall’altra parte, i sostenitori dicono che non bisogna preoccuparsi di cosa dice la gente, anzi per loro questo è un modo per sconfiggere alcuni stereotipi poco sensati. Il bene dell’ambiente è più importante di quello che l’industria della moda vuol farci credere come giusto. Inoltre, sempre per avvalorare la loro tesi, i fautori della campagna hanno dichiarato che non stirare più per un anno, vuol dire piantare sette alberi eliminare sette veicoli a motore. E questa è una prova inconfutabile di come le nostre azioni quotidiane possono intervenire, nel bene e nel male, sul benessere del pianeta.