Oggi si celebra la giornata mondiale degli abbracci, nata negli Stati Uniti negli anni ’80. Un’idea che ha riscosso molto successo nel corso del tempo anche per il periodo in cui ricade l’evento. La scelta della data non è casuale. Il periodo è quello a metà tra la fine delle festività natalizie e San Valentino, ricorrenza che mette tristezza a molti single. Inoltre il clima in queste giornate non è mai positivo con pioggia, freddo e cieli grigi. Secondo gli scienziati, quando ci si abbraccia, viene rilasciata l’ossitocina, ormone che riduce i livelli di stress e di cortisolo, ormone dello stress. I benefici degli abbracci sono anche a livello cardiovascolare, contro le infezioni e a livello psicologico. Un abbraccio dall’effetto benefico, però, deve durare almeno 20 secondi.