È morto improvvisamente ieri sera a Milano Manuel Frattini, danzatore, cantante e attore teatrale, il divo italiano del musical. La causa del decesso è stata un malore che gli ha provocato un arresto cardiaco irreversibile, nonostante i soccorsi tempestivi dei presenti e del personale medico chiamato immediatamente. L’artista si trovava a Milano, insieme ad altri performer, a un musical di beneficenza, circondato da tutti gli amici e colleghi più cari. Dopo aver mosso i primi passi come primo ballerino e coreografo in numerose produzioni Rai e Mediaset, Frattini iniziò a farsi notare nel 1991, quando venne chiamato dalla Compagnia della Rancia, diretta da Saverio Marconi, per interpretare il ruolo di Mike Costa nel musical “A Chorus Line”. Nella stagione 1996/1997, ricoprì il ruolo di Cosmo Brown in “Cantando sotto la pioggia”. La consacrazione arrivò però due anni dopo con il musical “Sette spose per sette fratelli”, nel quale interpretò, al fianco di Raffaele Paganini e Tosca, il ruolo di Gedeone. Accanto alla sua attività di performer, Manuel Frattini si è dedicato all’insegnamento, tenendo corsi di perfezionamento e stage nelle più prestigiose Accademie italiane.