Ogni anno John Travolta e la moglie Kelly Preston ricordano il figlio Jett nel giorno del suo compleanno. Il ragazzo, scomparso 11 anni fa, il 13 aprile avrebbe compiuto 28 anni. Affetto da autismo è morto il 2 gennaio 2009 durante una vacanza con la famiglia alle Bahamas. Venne ritrovato nel bagno di un resort e la dinamica della tragedia non è mai stata del tutto chiarita: “Buon compleanno Jett, ti vogliamo bene”, scrivono i genitori in un commovente post.

John, 66 anni, ha condiviso uno scatto in bianco e nero in cui sorride felice abbracciato al piccolo Jett.

Qualche anno fa la star di “Blow Out” aveva detto a Us Weekly che la morte del figlio era stata “la cosa peggiore che fosse mai successa nella sua vita”.
Un dolore che resta vivido anche a 11 anni dalla sua morte.

 

Anche la moglie Kelly, 57 anni, ha postato una foto in cui abbraccia Jett su uno sfondo di montagne innevate: “Buon compleanno al nostro dolce Jett, ti adoriamo !!”.

 

All’epoca le due star di Hollywood furono accusate dai media di non aver dato le cure necessarie a Jett, in quanto entrambi adepti di Scientology, che ritiene l’autismo una malattia mentale e come tale non debba essere curata con medicine ma con riti particolari.

 

John Travolta, che è anche un pilota provetto, aveva chiamato il figlio Jett, proprio in omaggio alla sua grande passione.

 

Una settimana fa Kelly aveva condiviso uno scatto di famiglia con Jett e la figlia Ella Bleu che ora ha 20 anni: “Ho un posto speciale nel mio cuore per quelli con autismo e bisogni speciali. E invio amore ad alcune delle mie persone preferite al mondo. Mio figlio Jetty era una delle anime più giocose e meravigliose che si potessero incontrare. Amate tutti coloro che soffrono di autismo e hanno bisogni speciali in tutto il mondo…”.