CORONAVIRUS: OGGI MARTEDI’ 28 APRILE RISTORANTI APERTI, FLASH MOB IN TUTTA ITALIA. ECCO COSA FARE

Accenderanno le insegne dei loro locali per l’ultima volta il 28 aprile alle 21, per poi consegnare le chiavi la mattina dopo al proprio Comune. Si chiama ‘Risorgiamo italia’ il flash mob organizzato dal mondo della ristorazione e dell’ospitalità per richiamare l’attenzione sul fatto “che le probabili misure da prendere per l’eventuale riapertura di ristoranti, bar, pizzerie, pasticcerie, discoteche e lidi balneari sono insostenibili per la gestione ordinaria di un locale e insopportabili economicamente”. La manifestazione è organizzata dal mondo Horeca e dei Locali di Pubblico Spettacolo unito unito per la prima volta nella federazione nazionale di imprenditori della ristorazione Mio, Movimento imprese ospitalità, con circa 75 mila imprese. Sebbene sia forte la voglia di tornare al proprio lavoro, secondo le sigle, oggi non ci sono i presupposti economici per poterlo fare. “Ci stanno chiedendo di aprire con gli stessi costi, se non più di prima dell’emergenza epidemiologica, con una previsione di incassi nella migliore delle ipotesi pari al 30% sull’anno precedente”, denunciano le associazioni, “in un locale si va per vivere anche un’esperienza di convivialità che, con le misure previste dal governo, andranno perse del tutto”. Un mondo che non cerca assistenzialismo, precisa, quanto piuttosto che le misure previste per l’eventuale riapertura di maggio siamo collegate a tutele economiche come cassa integrazione fino a dicembre 2020 e moratoria su affitti e utenze. “Altrimenti”, concludono gli imprenditori, “ci costringeranno a licenziare se non a chiudere del tutto, le nostre attività”.

Per saperne di più

CORONAVIRUS: SU RADIO TRC OSPITI NAZIONALI PER LA CAMPAGNA #IORESTOACASA

L’Italia sta sicuramente attraversando uno dei momenti più duri e difficili degli ultimi trent’anni. L’emergenza Coronavirus ha messo in ginocchio il nostro paese, con il focolaio partito nella regione della Lombardia e sparso a macchia d’olio nel resto del paese, arrivando sino alla Sicilia.
Così il Governo, sulla base anche delle conoscenze fornite dalla comunità scientifica, ha dichiarato l’intero Paese zona rossa: inaccessibile, e soprattutto chiusura totale della maggior parte di attività commerciali e ludiche è il momento di stare a cassa, tutelarsi e limitare il più possibile il contagio.
Da qui l’idea di far partire una campagna di sensibilizzazione “radiofonica”.
Alessandro Bonaccorso, speaker di radio TRC, si fa così promotore di una bellissima iniziativa coinvolgendo una squadra di volti nazionali per la campagna di sensibilizzazione #iorestoacasa. Uniti per fermare il virus.

Su Radio TRC, dal lunedì al giovedì alle 11:30, Alessandro ospiterà in diretta telefonica un artista che darà il suo contributo per far capire ancora di più quanto è importante rimanere a casa e rispettare le regole. Volti noti dello spettacolo e della televisione, a partire da Giuseppe Zeno, attore di cinema, tv e teatro che dopo essere stato recentemente protagonista su Raiuno della fiction “Come una madre”,  Zeno è già tornato al lavoro su un nuovo  progetto” Mina settembre” fiction Rai con Serena Rossi basata sull’omonima saga letteraria di Maurizio de Giovanni.
Giorgio Lupano, protagonista  ogni giorno nel ruolo del ragioniere Luciano Cattaneo nella soap “Il Paradiso delle signore”, Enrica Pintore, anche lei protagonista della stessa soap nel ruolo di Clelia Calligaris e poi Roberta Giarrusso vista ultimamente nella fiction di successo “Il Commissario Montalbano” , il conduttore rai Pino Strabioli, le attrici Loredana Cannata e Giovanna Rei, l’attore e regista Pino Quartullo, Ludovico Fremont , Walter della celebre serie dei “Cesaroni” e tantissimi altri.
Non vi resta che ascoltare Radio Trc a partire dalle ore 10 con il “Buongiorno si sente dal Mattino”, per trascorrere in allegria e leggerezza questo momento molto delicato.
Segui la pagina di Radio TRC per rimanere aggiornato e conoscere l’ospite del giorno.
App: Radio Trc Bronte

Per saperne di più

Bronte – Il 17 gennaio l’Open Day presso l’Istituto Benedetto Radice

La scelta della scuola superiore è molto importante per ogni giovane studente, è il momento in cui si trova a decidere non solo l’immediato futuro didattico, ma parte di quello che sarà il suo impiego nel mondo del lavoro.
Si può essere agevolati, in tal senso, attraverso la minuziosa conoscenza della vasta gamma di istituti nel circondario, per esempio il “Benedetto Radice” di Bronte. Da anni ormai punto di riferimento di tantissimi studenti brontesi e non solo, il Radice ha innovato la propria offerta formativa, aprendo indirizzi all’avanguardia e al passo con i tempi come quello informatico e il sistema moda.
Ecco perché la cittadinanza è invitata a partecipare all’Open Day, venerdì 17 gennaio alle 16:30. Questa è l’occasione giusta per conoscere l’ambiente, avere un primo approccio con i docenti e capire le tantissime attività che lo studente svolgerà nell’arco dei prossimi 5 anni.
Sarà presentata l’offerta formativa in maniera dettagliata, interverrà naturalmente anche il dirigente Maria Pia Calanna per svelare tutti i progetti in programma. Prevista anche la sfilata del “Sistema Moda”, altro fiore all’occhiello dell’Istituto brontese, sempre più aperto all’innovazione.
Antonio Capizzi

Per saperne di più

RADIO TRC IN COLLABORAZIONE CON ANAS