Maletto, domenica 30 giugno il Primo Memorial “Stefano Bonina”: supporta la ricerca

Tutto pronto per il Primo Memorial ‘Stefano Bonina’ “UN GOAL PER LA RICERCA” sulla SLA, il quadrangolare di calcio a cui prenderanno parte grandi nomi dello sport e non solo e che si svolgerà il prossimo 30 giugno alle ore 10:30 nello Stadio Comunale di Maletto, struttura dedicata proprio al compianto ex presidente del Maletto Calcio: durante l’evento del 30 giugno verrà svelata la targa di intitolazione alla presenza dei familiari e di quanti hanno amato e apprezzato Stefano Bonina. 

A scendere in campo saranno All Stars Sicilia, Catania Rossazzurra, Maletto Calcio e Stefano Bonina and Friends: questa ultima squadra rappresenterà la ricerca scientifica per puntare l’attenzione sulla SLA-Sclerosi Laterale Amiotrofica. Tra i giocatori di questa squadra il dottor Gallone del Cresla di Torino, impegnato in importanti ricerche su questa patologia.

L’evento sarà presentato il prossimo venerdì 21 giugno – Giornata Mondiale della SLA – alle ore 10 presso lo Yachting Club di Catania alla presenza, oltre che del figlio Andrea e dei familiari, del presidente dell’Ars Gaetano Galvagno, del deputato Ars Giuseppe Castiglione, del sindaco di Catania Enrico Trantino, dell’assessore allo sport del comune etneo Sergio Parisi; Mario Zappia, direttore U.O.C Clinica Neurologica del Policlinico Catania: sarà lui a individuare la migliore tesi di laurea di specializzazione dedicata alla SLA.

Parteciperanno anche: Francesco Di Sarcina, Presidente Autorità di Sistema Portuale Mare Sicilia Orientale; Capitano di Vascello Riccardo Leoni, Comandante Maristaeli sezione elicotteri Marina Militare; Sottotenente di Vascello Giorgio Salvatori in rappresentanza della Capitaneria di Porto di Catania; Dott. Santi Zuccarello, Polizia di Frontiera Scalo Marittimo Catania; il vicepresidente e amministratore delegato del Catania FC Vincenzo Grella.

L’annuncio dell’intitolazione era stato fatto dal figlio Andrea proprio lo scorso 21 dicembre dal comune di Maletto, alla presenza del sindaco Giuseppe Capizzi e dell’assessore allo sport e istruzione Melo Melardi. E adesso il sogno si realizza: l’amministrazione comunale ha, infatti, subito accolto la proposta di intitolazione del campo sportivo a Stefano Bonina, malettese orgoglioso delle sue origini che ha sempre decantato in ogni contesto che lo ha visto coinvolto nonché amatissimo presidente negli anni ’80 della squadra del paese che ha portato in alto nelle classifiche.

E a 10 anni dalla scomparsa – avvenuta a causa della SLA – non poteva esserci modo migliore per ricordarlo: ma il 30 giugno non sarà solo una giornata sportiva ma anche di riflessione grazie alla presenza di Telethon con il suo coordinatore provinciale etneo Maurizio Gibilaro; Fondazione AriSLA con un suo referente per sottolineare l’impegno del mondo della ricerca nell’individuare soluzioni terapeutiche per contrastare la malattia; AISLA con il presidente per la Sicilia Orientale Orazio Arena; Catania Rossazzurra con il suo presidente Enzo Ingrassia; All Stars Sicilia con il presidente Luca Napoli. 

Accanto alla manifestazione anche la Fondazione Vialli e Mauro, tra i soci fondatori di AriSLA, che garantisce sempre sostegno, coordinamento e promozione dell’eccellenza della ricerca sulla SLA in Italia.

A bordo campo saranno presenti dei banchetti informativi AISLA e Telethon che forniranno informazioni e chi vorrà potrà sostenere la ricerca.

E poi anche “Gli Angeli In Moto”: decine di motociclisti parteciperanno alla manifestazione facendo conoscere la loro attività a sostegno delle persone affette da SLA.

“Il suo ricordo è sempre presente e poter finalmente disputare questo evento nello stadio della sua città è per noi fonte di gioia infinita”, ha dichiarato il figlio Andrea Bonina, artefice di questo importante evento che aggiunge: “serve sensibilizzare le istituzioni su quanto sia importante la ricerca: nel mio piccolo provo a raccogliere fondi e fino ad adesso sono circa 10 mila gli euro che – grazie alla generosità di imprenditori privati – sono stati raccolti. Ma serve molto di più”, conclude Andrea Bonina che invita tutti anche a firmare il pallone della ricerca scientifica, un pallone che già è stato firmato da personaggi come Antonio Cassano, Nicola Ventola, Lele Adani, Peppe Mascara, Marco Biagianti, Giovanni Marchese e molti altri. Il pallone sarà a disposizione di tutti sia durante la conferenza che durante la partita del 30 giugno.

A moderare la conferenza stampa sarà il giornalista Enzo Stroscio.

Per saperne di più

Premi E-MRS 2024: riconoscimento per Enrico Sangregorio, ex studente del Liceo Scientifico di Bronte

In occasione dello “Spring Meeting” 2024 che si è tenuto recentemente a Strasburgo, organizzato dalla E-MRS (European Materials Reserch Society), due dottorandi dell’Università di Catania hanno ottenuto importanti riconoscimenti, confermando l’ottimo lavoro a livello accademico ma soprattutto di ricerca.

Tra questi il dottor Enrico Sangregorio, dottorando in Scienza dei materiali e nanotecnologie, che ha ricevuto il premio Best Poster Award con una ricerca focalizzata sull’utilizzo di un sensore in Carburo di Silicio (SiC), un semiconduttore con ampio band gap, per la rivelazione di ioni singoli. Il sensore, realizzato presso il laboratorio ST-Lab (Ct), è costituito da una membrana sottile (< 1 micron) di SiC, e consente la rivelazione di singoli ioni. Esso può essere usato per monitorare il numero esatto di ioni nel processo di “single ion implantation”, tecnica utilizzata per la realizzazione di dispositivi quantistici come i quantum-bit.

Il “Poster” è una modalità utilizzata nelle ricerche scientifiche per presentare studi e risultati, i quali vengono esposti con diversi grafici. La presentazione di Enrico è stata così giudicata la migliore tra quelle del suo panel, che si occupava di “Analytical techniques for accurate nanoscale characterization of advanced materials”.

La ricerca ha ottenuto l’attenzione di professori e scienziati presenti, che hanno deciso di premiarla come la migliore. In commissione personalità di spicco del mondo scientifico e accademico: Prof. Fernando Castro, Dr. Burkhard Beckhoff, Dr. Luca Boarino , Dr. Georges Favre

Lustro anche per la città di Bronte, Enrico Sangregorio – nato in Svizzera ma cresciuto nel paese del Pistacchio – si è diplomato con il massimo dei voti presso il Liceo Scientifico “I. Capizzi”, in cui faceva già intravedere ottime doti nel campo della chimica. Successivamente il trasferimento a Catania e l’inizio degli studi universitari, che proseguono tutt’ora con il dottorando presso il Dipartimento di Fisica e Astronomia dell’Università di Catania.

Antonio Capizzi

Per saperne di più

BRONTE – Europee 2024, i risultati: exploit Stancanelli, bene Forza Italia e M5S

Il comune di Bronte non è esente dall’elevato astensionismo che le elezioni Europee hanno avuto soprattutto in Sicilia. Appena il 35.5% degli aventi diritti si è recato alle urne, di fatto meno di sei mila persone su oltre 16mila aventi diritto. Un dato che conferma il chiaro disinteresse verso l’elezione del Parlamento Europeo, erroneamente considerato “distante” dalla quotidianità.

A Bronte la lista che ottiene maggior numero di consensi è Forza Italia con Edy Tamaio (attuale assessore regionale) che guida la compagine con 648 voti, seguito da Marco Falcone (648 voti) e Caterina Chinnici (502 voti). In termini strettamente numerici, il candidato che ottiene più preferenze è Raffaele Stancanelli, ex sindaco di Catania ed europarlamentare di FdI, che si presenta alle elezioni nella lista della Lega ottenendo ben 915 voti, trainando di fatto la stessa lista che sfora ampiamente i mille consensi.

Buon risultato anche per il Movimento 5 Stelle, con l’autorevole candidatura di Giuseppe Antoci (240 voti) e diversi altri componenti, che totalizzano 782 voti totali di lista. Sotto la media, invece, il Partito Democratico: 555 i voti totali, con Antonio Nicita il più votato con 192 preferenze. Chiudiamo con la lista “Libertà”, guidata da Cateno De Luca che totalizza 280 voti di lista, 192 di preferenza.

Da Bronte arrivano indicazioni importanti anche su candidature “nazionali” come quella di Giorgia Meloni, Elly Schlein, il generale Vannacci e Ilaria Salis.

Nel dettaglio 503 voti per Giorgia Meloni, 152 per la Schlein, 65 per Roberto Vanacci, 56 per Ilaria Salis. Per gli altri due leader candidati in tutta Italia come Renzi e Calenda, risultano 23 voti per il primo e 20 per il secondo.

Antonio Capizzi

QUI TUTTI I VOTI PER CANDIDATO

Per saperne di più

Lo stilista Alviero Martini incontra gli studenti del “Sistema Moda”

Giornata che difficilmente sarà dimenticata dalle studentesse del “Sistema Moda” del Radice di Bronte, in quanto all’interno delle attività PCTO hanno avuto l’opportunità di incontrare, in modalità telematica, Alviero Martini. Uno dei più importanti stilisti italiani nel mondo, famoso per la creazione della nota linea di borse e accessori “1A Classe” e creatore del marchio “ALV”.

Incontro nel quale Alviero Martini ha raccontato la fondazione dell’azienda nel 1987, dall’idea che risultò vincente: decorare una valigia con una vecchia carta geografica allestendo una vetrina a Roma. Fu l’inizio di qualcosa che negli anni è diventata icona della moda italiana, Alviero Martini è apprezzatissimo in America, in cui è definito “Style Maker”, creatore di un nuovo concetto di viaggio.

Con gli studenti si è parlato soprattutto della capacità di disegnare, avere idee semplici ma innovative e soprattutto affinare anche capacità imprenditoriali. Una vera e propria Masterclass, un privilegio per gli studenti che hanno avuto l’opportunità di scambiare progetti e riflessioni con uno stilista dal calibro così alto.

Per saperne di più

BRONTE – Monsignor Renna incontra gli studenti del “Radice”

Uno straordinario momento di confronto presso l’Aula Magna del “Benedetto Radice” di Bronte, in cui lo scorso 30 maggio ha fatto visita agli studenti Monsignor Luigi Renna, Arcivescovo della città di Catania.

Saluti istituzionali della dirigente, prof.ssa Maria Pia Calanna, che hanno aperto un vero e proprio dialogo diretto e sincero tra monsignor Renna e gli studenti, coinvolti e interessati agli argomenti trattati. Attualità al centro del dialogo, in cui Renna non si è minimamente tirato indietro rispondendo a domande su aborto, eutanasia, dibattendo e contestualizzando anche le recenti notizie riguardanti Papa Francesco.

Un momento davvero importante, in cui il monito finale di Renna è stato di grande insegnamento: “Abbiate un sogno, fate di tutto per realizzarlo. Godetevi la vita, il bene più prezioso che Gesù ci ha donato”.

Applausi e apprezzamento palpabile da parte di tutti, riconoscendo a Monsignor Renna la capacità di aver parlato in maniera diretta e sincera. Persona davvero illuminata e importantissima per la comunità ecclesiastica etnea e non solo.

Antonio Capizzi

Per saperne di più

RADIO TRC IN COLLABORAZIONE CON ANAS