Il disco si chiama “Tim” e i proventi della sua vendita andranno alla Tim Bergling Foundation.

Prima di morire, Avicii stava lavorando a un nuovo progetto discografico, che il 6 giugno verrà pubblicato. Un album postumo dal titolo “Tim”, i cui proventi andranno alla Tim Bergling Foundation, la fondazione voluta dal famiglia dell’artista svedese che ha l’intento di combattere le cause dei suicidi.

È passato quasi un anno da quel giorno in cui il disc jockey decise di togliersi la vita, tagliandosi le vene con i vetri di una bottiglia di vino rotta. E oggi, il progetto al quale si stava dedicando in quel momento sta per vedere la luce. Secondo una nota stampa, Avicii avrebbe lasciato “canzoni quasi finite insieme a note, conversazioni via email e messaggi di testo sulla sua musica“. I suoi collaboratori hanno raccolto tutto questo materiale e hanno realizzato un album, cercando di non discostarsi dall’impronta del musicista.

L’associazione Tim Bergling Foundation è stata fondata dalla famiglia dell’artista morto suicida e si batte per prevenire le cause psicologiche dei suicidi.