È un percorso di 3 anni, all’interno della Facoltà di Scienze della Comunicazione. Il campo universitario e-Campus propone un corso per diventare influencer. Esatto, come la Ferragni & Co. Forse in un primo momento può sembrare un’assurdità, ma poi se ci si ferma a riflettere appare tutto più chiaro. Il mestiere dell’influencer oggi è un fenomeno nuovo, in continua evoluzione, che segue ritmi e dinamiche ben precise, che provengono dal marketing più tradizionale. E quindi, invece di improvvisarsi, è meglio studiare e conoscere le regole di questo lavoro da vicino.

In un nota pubblica, il campo ha dichiarato: “Il nuovo percorso Influencer del corso di laurea in Scienze della Comunicazione fornisce le competenze e gli strumenti necessari per affrontare adeguatamente quello che potremmo definire il nuovo marketing, quello social, “influenzale”, che sta progressivamente scalzando il marketing tradizionale. La figura dell’influencer, pur non risultando una professione attualmente regolamentata, è sempre più richiesta da aziende, marchi commerciali e agenzie pubblicitarie, proprio per la capacità di veicolare messaggi al proprio pubblico che la riconosce come “opinion leader” credibile e affidabile“.

Ma come è articolato il piano di studi per diventare influencer? Ci sono degli esami in lingua, altri in psicologia e sociologia. Tutti quello che è il mondo della comunicazione verrà preso in considerazione, soprattutto nella sua declinazione new. Una vera e propria sfida, insomma, che farà probabilmente discutere.