Apple ha ridotto la produzione dei nuovi iPhone, a causa di una domanda inferiore alle attese. Lo scrive il Wall Street Journal, secondo cui l’aver lanciato sul mercato tre modelli diversi – iPhone Xs, Xs Max e XR – ha reso più difficile prevedere il fabbisogno di componenti e dispositivi. Nelle ultime settimane Apple ha tagliato la produzione per tutti e tre i modelli presentati a settembre, le previsioni sono risultate particolarmente difficili per l’iPhone XR, il più economico dei tre.

Apple avrebbe tagliato di un terzo il piano di produzione, che prevedeva 70 milioni di dispositivi tra settembre e febbraio. All’inizio di novembre, durante la presentazione dei risultati fiscali, Cupertino aveva comunicato stime inferiori alle attese degli analisti sulle vendite nell’ultimo trimestre dell’anno, quello degli acquisti natalizi. La notizia aveva portato il titolo a cedere il 7% in Borsa, facendo scivolare la capitalizzazione di mercato della società sotto la cifra storica dei mille miliardi di dollari. La società ha deciso di non comunicare più i dati sulle vendite di iPhone, iPad e Mac.