Continuano ad Adrano i sopralluoghi da parte degli uomini della locale protezione civile negli edifici privati che potrebbero aver subito danni a seguito della scossa di terremoto dello scorso 6 ottobre: un terremoto di magnitudo 4.6, registrato alle 2.34.

Le verifiche sono in corso e ancora non è possibile quantificare complessivamente i danni subiti dagli immobili. «In base alle istanze abbiamo elaborato un report interno – ha detto Vincenzo Cantarella, dell’ufficio protezione civile di Adrano – che individua circa 1500 immobili per una popolazione di oltre 5 mila».

Alcuni immobili hanno subito danni ma non ad elementi strutturali. E che potranno essere oggetto di una successiva quantificazione da parte di tecnici di fiducia dei proprietari degli immobili, al fine di ottenere un eventuale risarcimento da parte dello Stato.